Santa Sofia – gli affreschi

Related Articles

cope

L’interno della chiesa di Santa Sofia doveva essere completamente affrescato.
Gli affreschi delle due absidi rappresentano uno dei documenti più importanti della pittura longobarda in Italia meridonale. Il ciclo originario, datato intorno all’VIII secolo, doveva essere incentrato su episodi della vita di Cristo, precisamente sull’incarnazione e sull’infanzia.
Nella absidiola nord è raffigurato l’Annuncio a Zaccaria, padre di San Giovanni Battista.
la scena è divisa in due momenti: a sinistra l’Arcangelo Gabriele, con il braccio teso in avanti e la mano nel gesto della parola, annuncia la paternità a Zaccaria.
Nella scena di destra, Zaccaria, reso muto dall’angelo per la sua incredulità, mostra la sua bocca a i fedeli.
Nell’absidiola verso sud sono rappresentati gli episodi dell’Annunciazione e della Visitazione.
Queste storie, come le altre, si susseguono con l’ordine cronologico seguito nel Vangelo, per questo motivo si può essere certi che il ciclo risulta essere una precisa illustrazione del primo capitolo di Luca. Nella Visitazione Elisabetta è colta nell’atto di palpare il ventre gravido della madonna; prostrata in ginocchio davanti a lei, nello stesso momento in cui Maria accenna a baciarla, l’accarezza in volto e, tenendola per il capo la sforza a rialzarsi.

More on this topic

Comments

Advertisment

Popular stories

Tour a Guardia Sanframondi – sui luoghi dei riti settennali

Guardia Sanframondi è un borgo medievale alle pendici del Titerno, tr a la valle del Calore ed il parco regionale del Matese. E’ una...

Percorsi e visite guidate a Benevento e nel Sannio

BENEVENTO EGIZIA E ROMANA - Sulle tracce di Iside e di Traiano L’itinerario dedicato all’imperatore che fece grande la città di Benevento, porta il visitatore alla...

Sagra dei Funghi a Cusano Mutri, edizione 2017

Sagra dei Funghi >> dal 22 settembre al 8 ottobre A Cusano Mutri l’appuntamento per eccellenza di fine estate per decine di migliaia di visitatori...